Il mondo di FCA Heritage
Tutto sul dipartimento che valorizza il patrimonio storico Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth.
La storia delle nostre auto e dei nostri marchi
La passione per le auto classiche non ha confini, ma esistono luoghi definiti nello spazio e sospesi nel tempo che conservano l'essenza di questa passione. Sono i luoghi di Heritage.
Centro Storico Fiat
Heritage HUB
Officine Classiche
Museo Alfa Romeo
Heritage Gallery
Heritage Point
Un mondo di grandi eventi internazionali
La presenza ai principali eventi del settore è un'occasione imperdibile per ammirare da vicino vetture leggendarie che hanno segnato generazioni di appassionati.
Gli ultimi eventi:
Cesana-Sestriere (IT) |
11 luglio 2021

Cesana-Sestriere
La Lancia Aurelia B20 del 1951 protagonista della parata.
Italia |
16-19 giugno 2021
1000 Miglia
La corsa più bella del mondo
Le storie Heritage
Raccontiamo un secolo di tecnica, stile, agonismo e performance. Raccontiamo la nostra storia, e le vostre.
Le ultime storie:
Lancia Lambda
Il capolavoro di Vincenzo Lancia
La Fiat Multipla e il design funzionale
L’importanza di usabilità ed efficienza nella progettazione.
Il design nel mondo automotive
Dalla Fiat 500 “Topolino” alla Citroën 2 CV, la filosofia dietro la tecnica.
Il mondo di FCA Heritage è in continua evoluzione
Resta sempre aggiornato con le ultime news, non perderti le collaborazioni più recenti e scopri i retroscena e gli aneddoti nelle interviste agli addetti ai lavori.
Le Ultime News
15 luglio 2021
Fiat 500 F alla mostra “Automania” del MoMA
L’auto icona di stile e design italiano protagonista a New York.
5 luglio 2021
Fiat 130 HP al Trofeo Salvarola Terme
Lo straordinario cimelio storico protagonista del Concours d'Elegance.
Scopri i nostri club di marca e modello in tutto il mondo
Usa il nostro locator per trovare i club per marca e modello più vicini a te.
La storia di quattro grandi brand dell'automobilismo italiano
Dai modelli più rappresentativi ai personaggi più vincenti e rivoluzionari, dagli eventi che hanno rappresentato, questa sezione racconta e celebra i pilastri di Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth.
Da oggi la tua passione può contare su una squadra d'eccellenza
Certificato d'origine, certificazione d’autenticità, restauro. Per garantire il fascino senza tempo della tua auto.
La boutique del classico
Entra in un mondo fatto di passione. Un'ampia gamma di prodotti proposti da FCA Heritage per alimentare la tua passione senza tempo.
Indietro

I cinquant’anni dell’Alfa Romeo 33 Stradale

31 agosto 1967 - 2017

Ci sono auto che hanno un valore inestimabile perché sono state costruite in pochissimi esemplari, altre che devono la loro fortuna alla raffinatezza della meccanica, altre ancora che vantano un palmares d’eccezione nelle competizioni.


Poi c’è la 33. 

In una sola vettura sono riunite, armoniosamente amalgamate, tutte queste caratteristiche, alle quali se ne aggiunge una, normalmente opinabile, ma in questo caso riconosciuta all’unanimità: l’Alfa Romeo 33 non è bella, è bellissima! Sicuramente per tutti, addetti ai lavori e non, è tra le più belle automobili di tutti i tempi.

Della 33 Stradale sono stati prodotti solo 18 esemplari, e si può aggiungere che è una delle poche vetture stradali a nascere dopo la versione da corsa, ereditando soluzioni tecnologiche eccellenti, che a cinquant’anni di distanza possono sminuire quelle di sofisticatissime vetture moderne. Potremmo snocciolare gli eccellenti dati tecnici, come i tanti cilindri, i molti cavalli, il peso contenuto… E ancora, elencare tutte le vittorie conseguite dalle varie versioni da corsa a partire dal 12 marzo 1967 a Fléron e le coppe vinte, i trofei, segni indelebili nella storia sportiva dell'Alfa Romeo.

Ma quel che è quasi impossibile da descrivere, invece, è il suo fascino cristallino, la quinta essenza della bellezza automobilistica.

L’equilibrio delle forme, l’essenzialità delle linee, l’eleganza di ogni minimo particolare. Non bastano le recensioni e i fiumi d’inchiostro che sono stati versati in cinquant’anni, non bastano le fotografie su carta patinata della vettura: di 3/4, con le portiere aperte verso l'alto, della mascherina stilizzata ma perfetta, degli esclusivi cerchi o di ogni piccolo ma essenziale dettaglio. Per apprezzarla e innamorarsene immediatamente, occorre vederla dal vivo.

Il progetto “Tipo 33” è molto articolato e tante sono le 33 splendidamente conservate e in bella mostra al Museo di Arese: ci sono le gloriose 33 da corsa e le originali creazioni dei designer dell’epoca.


Quatto assi riassumono i dieci anni di vittorie nella categoria Sport Prototipi.

Si inizia con la 33/2 Daytona, in configurazione coupé con il V8 nella cilindrata originaria (2 litri), capace di erogare 270 cavalli: nel 1968 occupa i primi tre posti alla 24 ore di Daytona e vince il Campionato Mondiale della categoria.

Segue la 33/3, il V8 diventa 3 litri e i cavalli salgono a 400: nel 1971 vince 8 gare su 9 del Mondiale Sport Prototipi.

È il 1973 quando arriva la 33 TT12, il V8 lascia spazio a un 3 litri 12 cilindri contrapposti da 500 cavalli: tre anni di vittorie fino al Mondiale Marche del 1975. 

L’ultima nata è la 33 SC12 turbo, che Merzario porta al debutto a Salisburgo nel 1977: 12 cilindri 2134 cm3 e due turbocompressori da 640 Cv. Il Campionato era già stato vinto, con netta supremazia, dalla versione senza turbo.

I designer dell’epoca danno la loro interpretazione arricchendo il progetto 33: Bertone, prima con la Carabo (1968) e poi con la Navajo (1976); l’Italdesign con l’Iguana (1969); e Pininfarina, con la coupé 33/2 Speciale (1969) e la spider Cuneo (1971).    

Ma su tutte spicca l’esemplare del prototipo, ancora opera di Scaglione, che spianò la strada all’avvento della versione definitiva, anticipandone in modo esemplare completo la linea e gli stilemi. 

Buon compleanno 33 Stradale!

Rimani aggiornato sulle news, gli eventi, gli approfondimenti dal mondo Heritage.