La Fiat 500 ha compiuto 60 anni

La sua è la storia di tutti

Il 4 luglio 2017 la Nuova Fiat 500 ha compiuto 60 anni. Ha attraversato 6 decenni senza perdere il suo fascino, diventando un mito che in un modo o nell'altro ha toccato la vita di tutti. Partire su una 500 è iniziare un viaggio nel tempo, emozionante e coinvolgente.


Fiat 500: la Storia

Era il 1954 quando Dante Giacosa disegnò l’auto destinata a diventare l’icona Fiat più amata di tutti i tempi. Alle spalle ci sono solo paura e incertezza, davanti c’è il boom economico, l’ottimismo, la vitalità e la voglia di rinnovamento. E c’è la 500, che con la sua semplicità metterà in moto l’Italia.

Dante Giacosa non inventò solo un’auto, ma ideò uno stile di vita; ecco perché è considerato un genio. Perché, come scrive lo scrittore americano Charles Bukowsky, “il genio è un uomo capace di dire cose profonde in modo semplice”. La 500 è un’auto che nel 1957 risponde perfettamente all’esigenza di molti di avere un mezzo di trasporto economico e pratico.

Guarda il video


La Nuova 500 del 1957, grazie al suo nome, raccoglie l’eredità e al contempo la volontà di evoluzione e crescita della già rivoluzionaria 500 Topolino. 


Nel 1958, con l’aggiunta di due bande rosse e la sua potenza maggiorata diventa 500 Sport: nella 12 ore di Hockenheim conquista subito i primi quattro posti di classe. 


Col motore posizionato in orizzontale e il passo allungato ecco nascere, nel 1960, la 500 Giardiniera: una familiare con tanto spazio in più, che diventa anche inseparabile compagna di lavoro, ennesima dimostrazione della grande versatilità della 500.


Nel 1965 avviene una significativa evoluzione, con l’avvento della nuova 500 F: la modifica più evidente riguarda l’apertura delle portiere non più controvento, e inoltre il parabrezza risulta leggermente più alto. 


La 500 migliora e si rinnova diventando una vera icona. Segue l’evoluzione della società partecipando a trasformazioni storiche come l’emancipazione femminile e diventando anche la seconda auto di famiglia, quella per le donne appunto e per i figli neopatentati.


Si arriva così al 1972, con la nuova 500 R, che apre la strada, esattamente 50 anni dopo l’esordio della prima del 1957, alla Nuova 500, il 4 luglio 2007.


In un decennio, e siamo al 2017,  la Fiat 500 raggiunge i due milioni di vetture vendute e con l’ultima nata, la Fiat 500 Anniversario, celebra i sessant’anni di un successo planetario inarrestabile, di icona italiana che affascina tutto il mondo. 


Scoprila qui 

Cosa rende la 500 un oggetto del desiderio?


Nell’Italia proiettata verso il benessere, la 500 è l’oggetto del desiderio condiviso. Dal viaggiatore di commercio al medico, dalla mamma all’operaio, fino a coinvolgere anche le giovani coppie che vogliono viaggiare. Persone che possono iniziare a sognare in grande, su una piccola ma preziosa automobile.

"Negli anni della Swinging London, Piccadilly Circus è un’icona globale, il luogo in cui si sarebbero potuti incontrare gli uomini e le donne più affascinanti e influenti del mondo.

Come Sir Lawrence Olivier, Vivien Leigh e Sean Connery. O Freddie Mercury, Sting e anche John Lennon e Paul Mc Cartney. Tra loro una giovanissima Fiat 500 si stava allenando a diventare una Global Icon, come le persone che la circondavano nella Londra degli anni ’60-’70."

La scrittrice Banana Yoshimoto afferma che “partendo dalle piccole cose si può ricostruire il mondo”. I piccoli oggetti, quelli che utilizziamo ogni giorno e che fanno parte delle nostre vite, non sono mai scontati. Questo elogio del “piccolo” è un elogio della 500, che è riuscita a essere un grande veicolo per uomini e donne di tre diverse generazioni.

Nel ventennio che va dai mitici anni ’60 agli anni ’80 la società cambia profondamente. Il mondo si sente di nuovo giovane ed è per i giovani. E la sfida della tecnologia è ridurre le dimensioni di ogni oggetto, rendere tutto portatile, personale, comodo. È il momento in cui nascono gli orologi di plastica da collezione, il walkman, il computer portatile, le consolle per videogiochi. È il momento in cui Fiat 500 è immortalata in un film diventato anch'esso un'icona, Il tempo delle mele. A guidarla il personaggio più straordinario del film, la smaliziata bisnonna Poupette, una donna che non si lascia condizionare da pregiudizi e schematismi e per questo è sempre giovane. Insieme alla 500 risultano un connubio vincente di libertà e di innovazione.

La cinematografia ha ripreso un'infinità di volte la 500, in tutte le sue versioni. E in ogni sua apparizione, ancora oggi, è sinonimo di "gioventù". Quella che è più dell'essere che dell'apparire, quella che accomuna i bambini con le mani fuori dal tettuccio, i ragazzi spensierati, le mamme grintose e anche i nonni. La gioventù che nasce dal carattere e dall'entusiasmo, più che da un dato anagrafico.

La 500 ha attraversato 6 decenni, con sei milioni di vetture vendute finora, ed è riuscita a diventare un’autentica icona globale senza perdere la sua unicità.

Rimani aggiornato sulle news, gli eventi, gli approfondimenti dal mondo Heritage.